Come ASD siamo consapevoli degli enormi effetti benefici che lo sport apporta a corpo e mente. Tali attività, applicate nel modo giusto, donano uno stato di benessere a 360°.

La Ginnastica Yoga, nello specifico, è una disciplina completa che permette, a coloro che l’approcciano, di raggiungere uno stato di equilibrio che, alla luce dei tempi che viviamo, deve essere costantemente mantenuto attraverso la pratica quotidiana.

Da diversi anni, a supporto delle discipline sportive, soprattutto quelle agonistiche, ha preso piede una tecnica energetica, il Reiki, utilizzata per migliorare le prestazioni, favorendo una spiccata lucidità mentale e recupero del bilanciamento energetico e fisico.

Abbiamo quindi scelto di adottare anche noi questo supporto con la docente Annamaria Cosentino – Jahnavi organizzando formazione Reiki di primo e secondo livello, affinché i benefici dello Yoga possano essere amplificati e mantenuti in modo duraturo sui praticanti che ne usufruiscono.

Qualche informazione sul reiki

Il Reiki è una semplice ed efficace tecnica di riduzione dello stress, di rilassamento e di ripristino della salute attraverso l’uso dell’energia che permea l’universo e costituisce il “mattone” fondamentale di ogni cosa vivente o inanimata.
Nonostante sia recente la sua diffusione nel mondo, è crescente la considerazione rivolta a questa tecnica, su molteplici fronti, soprattutto a livello sanitario. Sono in crescita il numero degli ospedali che, anche in Italia, adottano il Reiki a supporto delle cure tradizionali, avallate dalle innumerevoli ricerche in merito, facilmente consultabili anche su PubMed, nota banca dati biomedica on line sviluppata dal National Center for Biotechnology Information (NCBI) presso la National Library of Medicine (NLM).

Il Reiki può praticarlo chiunque, anche in abbinamento ad altre tecniche, ed ha come punti di forza principali:

  • L’estrema semplicità, con la conseguente facilità dell’apprendimento per tutti, inclusi anziani e bambini.

 

  • La possibilità di sperimentare velocemente i suoi benefici, sia a livello fisico che psicologico, e di trattare sia sé stessi che altre persone in ogni tipo di situazione.

 

  • L’assenza di controindicazioni.

Il Reiki che oggi conosciamo, è una tecnica che ha preso piede in Giappone nel 1922 grazie a Mikao Usui e poi si è espansa in occidente negli anni 70 grazie alla sig.ra Takata. La sua origine però ha radici ben più lontane, si ritrovano nozioni a riguardo nei Veda. Il termine Veda, deriva dalla parola vid che significa “conoscenza”.

In uno di questi testi e nello specifico nell’Atharva Veda, si rivendica coraggiosamente tale energia, come guaritrice della malattia attraverso il tocco della mano.

Contattaci